Leader della crescita 2020: l’industria è vivace e l’high tech galoppa

ALMEC TRA I 300 CAMPIONI DELLA CRESCITA 2020


L’analisi dell’Istituto tedesco leader nelle indagini di mercato fotografa un’Italia a due velocità, divisa tra imprese che arrancano e altre che corrono. Queste ultime sono soprattutto di piccole e medie dimensioni, spesso quotate.

Sembrano due paese diversi, ma sono le facce della stessa Italia. La prima non cresce, è statica, poca innovativa e in profonda crisi. La seconda è invece dinamica, esporta, crea posti di lavoro e distribuisce ricchezza nel territorio. Del volto produttivo del nostro paese si è occupato l’Istituto tedesco di qualità e finanza, ente indipendente leader in Europa nelle indagini di mercato, che ha stilato una lista delle 300 aziende italiane più competitive in base alla crescita media annua registrata nel triennio 2015-2018.

È un segnale di buon auspicio la presenza in cima alle graduatorie di tante aziende del manifatturiero e del made in Italy.

Nelle 300 aziende individuate dallo studio dell’Istituto tedesco qualità e finanza sono rappresentati praticamente tutti i settori dell’economia italiana. Si va dall’agricoltura fino al turismo, passando per il commercio, l’edilizia e i servizi alle imprese. Spicca però un comparto su tutti, l’industria dove è concentrato quasi un terzo delle società. Tra queste c’è anche ALMEC, con una crescita pari al 10%.